Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Novi Ligure

E' di nuovo in carcere il "capo" dei "bad guys": meditava la fuga?

Un errore nella notifica a uno degli avvocati difensori, da parte del Tribunale del Riesame di Torino, aveva aperto, qualche giorno fa, le porte del carcere per Fioramante Caruso. Ieri i carabinieri del Nucleo Investigativo del comando di Alessandria lo hanno riportato in cella
NOVI LIGURE – Un errore nella notifica ad uno degli avvocati difensori, da parte del Tribunale del Riesame di Torino, aveva aperto, qualche giorno fa, le porte del carcere per Fioramante Caruso. Ieri i carabinieri del Nucleo Investigativo del comando di Alessandria, lo hanno riportato in carcere.

Subito dopo l'uscita di cella, Caruso, residente a Serravalle Scrivia, si era diretto oltre confine, in Francia. Ma aveva mantenuto stretti rapporti con la famiglia e i conoscenti.
I carabinieri non lo avevano perso d'occhio e, quando ha fatto rientro in Italia, lo hanno fermato, mentre usciva di casa, a bordo di un auto.

Caruso era stato arrestato lo scorso ottobre, insieme ad altre quattordici persone, per vari reati che vanno dall'incendio all'estorsione, dal falso in atto pubblico al favoreggiamento della permanenza illegale di cittadini extracomunitari. Di origini siciliane, ma abitante in zona, aveva attività di ristorazione e vendita auto. E' considerato il punto di riferimento da una serie di persone, a lui vicine per affetti o per affari. “Bad Guys” era il nome dell'operazione che hanno condotto i carabinieri e che ha portato, appunto, all'arresto di quindici persone.

In comune avevano l'uso della minaccia e dell'intimidazione per ottenere ciò che volevano. Tutti sono stati già sentiti in sede di udienza di convalida, davanti ai giudici. Per alcuni di loro, che rivestivano ruoli di secondo piano se non di contorno, sono state revocate le limitazioni di libertà. Tra questi, sono stati revocati i domiciliari per Maurizio Valdinazzi, uno dei due agenti di polizia municipale coinvolti nell'inchiesta. 

Per Caruso si sarebbe trattato, invece, di un mero errore burocratico. Nonostante la convocazione, non si sarebbe presentato nei giorni scorsi all'autorità giudiziaria e da ieri sarebbe stato considerato a tutti gli effetti un latitante. Nuovamente arrestato, è tornato in carcere con una posizione “aggravata”. Gli investigatori ritengono infatti che fosse pronto alla fuga e che abbia tentato, durante i giorni di libertà, di influire in qualche modo sulle possibili testimonianze.  
(Foto di repertorio)
22/11/2017
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Il gioiello di Cerreto
Il gioiello di Cerreto
Intervista a Marco Lodola e Giovanna Fra all'inaugurazione della loro mostra "Se Stasera Siamo Qui"
Intervista a Marco Lodola e Giovanna Fra all'inaugurazione della loro mostra "Se Stasera Siamo Qui"
Bike Passion
Bike Passion
Villalvernia ricorda le bombe
Villalvernia ricorda le bombe
Amaldi, il plauso del ministro
Amaldi, il plauso del ministro
Enzo Paci a SettimoCielo
Enzo Paci a SettimoCielo
Virgo Fidelis
Virgo Fidelis