Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Novi Ligure

Pernigotti, la fratellanza della fabbrica e l'appello del vescovo: "Dignità per i lavoratori"

"Non c'è luogo migliore di questo per celebrare il Natale e ricordare Dio che si è fatto uomo ed è sceso tra di noi", ha detto il vescovo celebrando la messa alla Pernigotti di Novi Ligure. "E' un sistema economico malato che genera scarti, ma noi dobbiamo rimanere uniti"
NOVI LIGURE – «Non c’è luogo migliore di questo per celebrare il Natale e ricordare Dio che si è fatto uomo ed è sceso tra di noi». Le parole del vescovo Vittorio Viola – pronunciate dall’altare costruito dagli operai della Pernigotti con i bancali e i cartoni della fabbrica – hanno toccato il cuore delle oltre cinquecento persone che ieri sera hanno partecipato alla messa della vigilia nel cortile dell’azienda dolciaria novese.

Sotto la grande tettoia dello stabilimento, monsignor Viola ha guidato i canti intonati dai lavoratori della Pernigotti e del supermercato Iperdì. «Dignità» è la parola che più spesso ritorna dell’omelia del vescovo: «Abbiamo costruito un’economia che ha perso di vista la dignità dell’uomo, che è diventato lui stesso un oggetto di consumo – ha detto Viola – Conta di più ciò che produciamo e ciò che consumiamo che la nostra dignità. Conta di più un marchio che la vita delle persone che quel marchio hanno costruito in tanti anni di impegno e di sacrificio. Questo sistema economico in cui la Borsa conta di più di un uomo fa venir meno la dignità della persona, quella dignità che Dio ci ha restituito decidendo quella notte a Betlemme di farsi uomo nella povertà e di scendere tra di noi».

«C’è un falso idolo che ci sta succhiando il sangue, ed è il denaro. Anziché servire, il denaro comanda ed è più forte di qualunque norma etica. Questo sistema non solo opprime, non solo sfrutta, ma genera “scarti”. Noi invece dobbiamo rimanere uniti, non dobbiamo arrenderci a un’economia malata o pensare che il sistema è troppo più grande di noi per poter essere cambiato. È importante la solidarietà della città e dei novesi, ci permette di sperare in una soluzione positiva di questa vicenda», ha affermato monsignor Viola, che ha citato un episodio di poche ore prima: «Un bambino ci ha portato una lunga catena di omini ritagliati nella carta. “È la fratellanza della fabbrica”, ci ha detto dopo aver ascoltato i discorsi degli adulti». Quella stessa fratellanza che il vescovo ha invocato per la comunità novese.

Al termine della messa, officiata dal vescovo insieme a don Livio Vercesi e padre Xavier Thyppadath, con il diacono Mario Merendi e i lettori Giampiero Fasciolo e Sandro Tassistro, è intervenuto il sindaco di Novi Rocchino Muliere. «Da stasera siamo più forti e guardiamo al futuro con più speranza, la battaglia per la salvezza Pernigotti e dei suoi lavoratori proseguirà con tutto il nostro vigore», ha detto il primo cittadino, presente con gli amministratori di Basaluzzo, Grondona e Pozzolo Formigaro.

A prestare la propria opera durante la serata anche il gruppo Alpini di Novi Ligure, che alla fine della cerimonia ha distribuito vin brulé e panettone, la Protezione civile cittadina e la Croce rossa di Serravalle Scrivia. Dalla provincia di Modena sono arrivati anche i volontari della Protezione civile di Cavezzo, che hanno portato 150 panettoni per i lavoratori della fabbrica. «Quando c’è stato il terremoto del 2012 ci sono giunti aiuti da tutta Italia – ha detto il coordinatore Maurizio Cavazza – Ci è sembrato giusto ricambiare un po’ di quella solidarietà con questo gesto».

Fondo di solidarietà per i lavoratori Pernigotti e Iperdì, conto corrente intestato alla Caritas Diocesana di Tortona: lban IT48N 03111 48420 00000 0000838.
25/12/2018
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Operazione dei carabinieri
Operazione dei carabinieri
Porte aperte al Marenco
Porte aperte al Marenco
Monile Viaggi: Creiamo esperienze
Monile Viaggi: Creiamo esperienze
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Parco Euronovi
Parco Euronovi
Porte aperte al Marenco
Porte aperte al Marenco
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà