Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Tortona

Alla Madonna della Guardia il concerto dedicato a Paolo Perduca

Sabato 16 settembre il concerto di inaugurazione dei lavori di ripristino dell'organo Mascioni, alla cui consolle siederà il giovane organista Alberto Do. Il programma comprende brani di Bach, Brahms, Galeotti, Bonnet, Reger e si concluderà con le celeberrime Litanies di Jean Alain
TORTONA - Al Santuario della Madonna della Guardia sabato 16 settembre alle 21 si terrà il concerto di inaugurazione dei lavori di ripristino dell'organo Mascioni, alla cui consolle siederà il giovane organista Alberto Do. Lo strumento, a due tastiere e pedaliera concavo-radiale di 32 note, fu costruito dalla celebre ditta nel 1983. Ha 32 registri ripartiti sulle tastiere e sul pedale, ed è a trasmissione elettrica.
 
 
Il concerto è dedicato al ricordo di Paolo Perduca, anch'egli giovane organista e musicista eclettico prematuramente scomparso. Gli Amici dell'Organo hanno potuto realizzarlo, insieme ad altri appuntamenti di rilievo, grazie alle Fondazioni che hanno voluto rinnovare il proprio impegno a favore dell'Associazione: in primo luogo la Compagnia di San Paolo, che recentemente ha selezionato la rassegna nell'ambito del bando "Luoghi della Cultura", oltre alle Fondazioni Crt e Cral, SociAl e Piemonte dal Vivo.

Il programma comprende brani di Bach, Brahms, del compositore toscano Giulio Cesare Galeotti (allievo italiano do César Franck), di Joseph Bonnet (le virtuosistiche Variatiobs de concert), di Reger e si concluderà con le celeberrime Litanies di Jean Alain.
13/09/2017
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Arti tra le mani
Arti tra le mani
Quando a Novi arriv? il mare
Quando a Novi arriv? il mare
Mastro Artigiano 2017
Mastro Artigiano 2017
Ilva e Marcegaglia in sciopero
Ilva e Marcegaglia in sciopero
Novi, c'è il Club Ferrari
Novi, c'è il Club Ferrari
Il Macallè e i diari di Ferrando
Il Macallè e i diari di Ferrando
Ilva in sciopero
Ilva in sciopero