Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Opinioni

Fibre d'Asbesto: naturali o colpa dell'uomo, bisogna intervenire

Servirebbero più indagini per capire le ragioni delle concentrazioni che sono state trovate. Altrove però si è studiato che effetti possano avere livelli così elevati di fibre per la salute dei lavoratori agricoli e i dati sembrano preoccupanti
OPINIONI - Fibre d'Asbesto nei pozzi presso cascina Clara e Buona, ecco alcuni consigli su come leggere i dati e interpretarli ed il caso di Balangero. 

In questi giorni sto seguendo da distanza il dibattito sulle analisi fatte da ARPA Piemonte presso alcuni piezometri presso la cascina Clara e Buona che hanno evidenziato concertazioni di fibre di amianto fino a 300'000 f/l. Data la vicinanza delle elezioni amministrative il dibattito dal piano tecnico si è spostato sul piano politico fra accuse incrociate che però non è utile a fare luce sulla situazione.

Credo che si debbano analizzare i dati ed i problemi da un punto di vista razionale
Ci sono due punti principali da analizzare:

1 ) La concentrazione di fibre riscontrata è pericolosa perla salute?
2) La concentrazione di fibre riscontrata è naturale o legata ad alterazione antropiche, e se si è legata all'attività di conferimento dello smarino del terzo valico?

Sul primo punto data la scarsa letteratura in merito e le mie conoscenze lascerei la questione a persone più esperte. Mentre se le concentrazioni per acqua potabile non sembrano essere di pericolo tuttavia come riportato in seguito però una recente pubblicazione evidenzia come queste concertazioni così come quelle del suolo potrebbero essere un rischio per i lavoratori del settore agricolo.

Sul secondo punto credo che si debbano fornire dati più esaustivi in merito:

1) Occorre una nuova campagna di misure ora per verificare se la concentrazione è variata rispetto al periodo post-piena e in funzione della ripresa dei conferimenti

2) Fornire i dati delle concertazioni relativi a prelievi in aree limitrofe (laghi di cava e falda superficiale) per valutare se le concentrazioni riscontrare sono di fondo naturale o meno
Il pozzo dell'Amag presso la Cascina Aulara ha mostrato concentrazioni molto più basse 100 volte che potrebbero essere legate a differenti acquiferi (più profondi e legati ai sedimenti dello Scrivia), oppure le concertazioni cascina Clara sono anomale per la presenza di depositi antropici.
Questo dato va accertato con la pubblicazione dei dati.

Giusto per curiosità nel loro articolo Turci et al; 2016 (che fanno parte del Interdepartmental Centre for Studies on Asbestos and Other Toxic Particulates, University of Torino ) analizzano le concentrazioni di asbsesto nei pozzi presso la cava di amianto di Balangero (Torino) (una delle più grandi d'Europa) e rischi dei lavoratori nel settore agricolo che utilizzano acque ad alta contenuto di fibre
Il punto saliente è questo:
“The worker’s personal exposure and the environmental fiber dispersion during simulated agricultural activity (tillage) were quantified in two independent trials. During the trials, the worker was exposed to average concentrations of 16 and 26 ff/L, with a peak of 40 ff/L. These data inform about the possible exposure of an agricultural worker to asbestos concentration higher than the accepted threshold of 2 ff/L. The release of asbestos fibers into the environment was negligible (0–2 ff/L)”
Ovvero nelle aree irrigate con acque ad alta concentrazione di asbseto e nei suoli derivati dalla degradazione di rocce amiantifere gli agricoltori nelle operazioni di aratura sono esposti a concertazioni fino 40 fibre/litro che è maggiore della soglia limite di 2 f/l. I rilascio di fibre nell'ambiente tuttavia è stato irrilevante e sotto le 2 f/l .. Da notare come le concentrazioni di fibre nei pozzi e nelle acque superficiali variano tra 100'000 ed 1 milione di fibre litro mentre al di fuori dell'area di cava la concentrazione sia di 17'000 .

Riassumendo l'amministrazione pubblica dovrebbe provvedere ad una campagna di misure più completa dei valori di concertazione di fibre di amianto sia nel sito Cascina Clara e Buona che nell'intorno. I dati dovrebbe essere poi resi pubblici anche con la loro georeferenziazione per una visualizzazione migliore.
Si potrebbe anche coinvolgere gli autori dello studio per un parere o per delle analisi.
Se la concentrazione di fibre dovesse essere maggiore per cause antropiche, si dovrebbero far prendere le opportune misure da parte dei responsabili anche se non ci sono vincoli di legge.
Anche se la concertazione di fibre è legata a cause naturali si dovrebbe valutare come le pratiche agricole di irrigazione ed aratura possano comportare un aumento dell'esposizione all'asbesto da parte dei lavoratori agricoli.


Tabella della Concentrazioni di Asbesto in alcuni pozzi presso la cava di Balangero (TO) tratto dall'articolo di Turci et al 2016




Bibbliografia

Turci, F., Favero-Longo, S.E., Gazzano, C., Tomatis, M., Gentile-Garofalo, L. and Bergamini, M., 2016. Assessment of asbestos exposure during a simulated agricultural activity in the proximity of the former asbestos mine of Balangero, Italy. Journal of hazardous materials, 308, pp.321-327.
19/03/2017
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus


Pino Daniele, "Maronna mia"
Pino Daniele, "Maronna mia"
Intervista a Milena Vukotic, Lucia Poli, Maril? Prati "Le Sorelle Materassi"
Intervista a Milena Vukotic, Lucia Poli, Maril? Prati "Le Sorelle Materassi"
Una grande Novese in rimonta
Una grande Novese in rimonta
Nuovo cinema, il progetto
Nuovo cinema, il progetto
La festa degli sposini novesi
La festa degli sposini novesi
Esplosione a Novi Ligure
Esplosione a Novi Ligure
Gavi, trovato morto nel furgone
Gavi, trovato morto nel furgone