Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Piscina e impianti sportivi, prezzi 'tagliati' e si punta al no profit

Nuovi bandi per le strutture sportive di città e sobborghi: per la storica 'comunale', la proposta è un diritto di superficie ventennale con l'obiettivo di riaprire nell'estate del 2020
ALESSANDRIA - Alessandria e lo sport, un binomio storicamente inscindibile che si rafforza oggi con un doppio percorso per l'assegnazione, da un lato, della piscina comunale scoperta del Lungo Tanaro e, dall'altro, di dodici impianti sportivi di città e sobborghi. “Il Comune di Alessandria vanta un patrimonio di grande interesse - confermano gli assessori Giovanni Barosini (Lavori pubblici) e Piervittorio Ciccaglioni (Sport) - Per cui, nonostante i problemi e le difficoltà di Bilancio, il nostro impegno deve essere quello di valorizzarlo”.

Ma in che modo? Per la storica 'comunale', la proposta è un diritto di superficie ventennale al prezzo di 133.500 euro (nel primo bando era un quarto più alto: 178mila euro) con l'obiettivo di riaprire nell'estate del 2020. E attenzione: “Nel caso in cui il prezzo offerto sia inferiore, e comunque fino al limite della metà del prezzo base iniziale (che, come detto, era di 178mila euro: quindi, 89mila euro), la vendita potrebbe essere perfezionata a seguito di una deliberazione del consiglio comunale se ritenuto conveniente per l’amministrazione”, si legge nel documento di Palazzo Rosso. Domande entro le ore 12 del 26 aprile, sopralluoghi possibili fino al 17 aprile.

Riguardo ai dodici impianti sportivi di città e sobborghi - ‘Banchero’ di viale Michel 38, ‘Ferrari’ di via Tonso 109, ‘Telma’ di via Boves 3 (solo parte tennis) e quello situato in via Falcone 43, oltre al campo di tiro con l’arco ‘Tosi’ di via Salvo D’Acquisto e alle strutture di Cantalupo, Castelceriolo, Litta Parodi (solo parte calcio), San Giuliano Vecchio, San Giuliano Nuovo, San Michele, Valmadonna e Villa del Foro – l'idea è di affidarli ad associazioni o società sportive senza fini di lucro per un minimo di cinque anni, gratuitamente, a patto che queste si facciano carico di lavori di riammodernamento e messa in sicurezza delle strutture. In tal caso, domande entro le ore 12 del 10 maggio, con possibilità di sopralluoghi entro il 17 aprile.

“Sentiamo tutti l’urgenza e il desiderio di rendere sempre più bella, attrattiva, vivibile e dotata di strutture veramente a servizio dei cittadini la nostra Alessandria e - concludono Barosini e Ciccaglioni - nell’anno in cui celebriamo il suo 850° anniversario, l’indirizzo assunto con il varo di questi avvisi sia per la piscina scoperta che per i dodici impianti sportivi comunali ci sembra un ottimo gesto per coinvolgerci tutti, ciascuno con il proprio ruolo, nella costruzione della città per un futuro sempre più performante e di successo. Anche in ambito sportivo, sociale e aggregativo”.

26/03/2019
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Operazione dei carabinieri
Operazione dei carabinieri
Porte aperte al Marenco
Porte aperte al Marenco
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Parco Euronovi
Parco Euronovi
Porte aperte al Marenco
Porte aperte al Marenco
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” ad Alessandria domenica 7 aprile
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” ad Alessandria domenica 7 aprile